Eccellenza - Attacco su difesa giù...vince il Kras

Scritto da Valter Gridel il .

 CAMPIONATO 2016-2017
CATEGORIA ECCELLENZA
1^ giornata
11 settembre 2016

KRAS REPEN - SAN LUIGI  6-5 (5-2)

Marcatori: Stancic (K) 2', Smrtnik (K) 9', 11' e 21', Ciriello (SL) 28', Petracci (K) 30', Muiesan (SL) 31' pt; Petracci (K) 2', Tentindo (SL) 20', Muiesan (SL) 21', Giovannini (SL) rig. 38' st.

Al termine di una partita pazzerella, in cui le difese si sono rivelate piuttosto allegre, il Kras batte il San Luigi per 6 a 5 incamerando i primi tre punti dell stagione. Gara nella quale le emozioni non sono certamente mancate, con una direzione di gara che ha sovente scontentato tutti e che ha si esaltato i due potenziali offensivi, ma che per i due mister Pocecco e Tortolo ha messo a nudo i limiti difensivi delle due formazioni. Pocecco rimane fedele al suo 4-3-3 che vede Furlan tra i pali; Casseler, Giovannini, Lapaine e Peric formano la linea difensiva; Ianezic, Villanovich e Zetto giostrano i mediana; davanti tridente formato da Ciriello, Muiesan e Bertoni.

Avvio shock per il San Luigi che dopo nemmeno novanta secondi è già costretto a rincorrere quando sugli sviluppi di una rimessa laterale Stancic riesce ad anticipare i centrali biancoverdi ed a fulminare Furlan. Al 9° il Kras raddoppia: apertura di Carlevaris sulla destra per Spetic, cross a centro area dove Smrtnik brucia Lapaine e infila Furlan con un violento destro a fil di traversa. Due minuti più tardi il contestato gol del 3 a 0. L'azione nasce da un contrasto tra Spetic e Lapaine con il difensore biancoverde che viene colpito al volto. Sia lo stesso Spetic che mister Pocecco invitano a mettere fuori la palla, ma Smrtnik non è dello stesso avviso e, con tutti i biancoverdi fermi in attesa dell'interruzione del gioco, si impossessa del pallone e involatosi verso Furlan lo supera con un pallonetto. Veementi le proteste sanluigine ma rete concessa dal direttore di gara: palese comunque l'ingenuità dei sanluigini. La gara vede il San Luigi macinare gioco nonostante il pesante passivo e il Kras chiudersi a riccio e agire in contropiede sfruttando la velocità delle proprie punte. Al 16° Carlevaris mette in movimento Spetic che arriva a tu per tu con Furlan bravo nell'occasione a chiudere lo specchio della porta ed a ribattere. Cinque minuti dopo ancora una volta il Kras entra nella difesa biancoverde come il coltello nel burro ed è nuovamente Smrtnik a liberarsi di Casseler sulla sinistra ed a battere Furlan con un rasoterra angolato: 4 a 0. I ragazzi di mister Pocecco hanno il merito di non arrendersi e di non disunirsi continuando a macinare gioco ed a cercare in qualche modo di rientrare in partita. La prima conclusione degna di nota arriva al 23° con Zetto che dal limite alza troppo la mira. Al 27° contatto in area carsolina tra Ciriello e Milan con il direttore che fa cenno di proseguire: rimangono seri dubbi. Un minuto dopo ecco il meritato gol sanluigino con un gran sinistro dai venti metri di Ciriello che si insacca a fil di palo alla destra di D'Agnolo. Neanche il tempo di gioire che arriva la quinta rete dei padroni di casa: Petracci brucia Casseler sullo scatto e, dopo un dribbling a rientrare sul capitano biancoverde, segna con un tiro a mezz'altezza. Palla al centro ed è Muiesan ad andare a bersaglio con un preciso colpo di testa su calibrato cross di Ciriello. L'ultima emozione del primo tempo nella conclusione ravvicinata di Smrtnik ribattuta d'istinto da Furlan.

In avvio di ripresa mister Pocecco lascia negli spogliatoi Lapaine ed inserisce Reder, spostando Zetto sulla linea dei difensori ed accentrando Peric. Pronti via e Kras subito in gol con Petracci il quale vince nuovamente il duello in velocità con Casseler e supera Furlan in uscita: 6 a 2. Se un merito deve essere riconosciuto ai biancoverdi è quello di avere sempre lottato e creduto nella rimonta, che con il passare dei minuti diventerà sempre più realizzabile. A vivacizzare l'attacco sanluigino è l'ingresso di Tentindo, il quale al 20° realizza una rete di ottima fattura con un tiro a giro dal vertice sinistro dell'area che si insacca all'incrocio dei pali opposto. Un minuto dopo cross di Casseler per Muiesan, abile nello stoppare di petto e nel calciare al volo superando D'Agnolo: 6 a 4 e gara che sembra riaprirsi, anche perchè la difesa del Kras si dimostra vulnerabile. Al 23° Reder è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio, sostituito da Nuzzi. Il San Luigi attacca a testa bassa esponendosi alle ripartenze dei padroni di casa, ma Giovannini e Peric sono diga invalicabile per gli attaccanti carsolini. Al 32° punizione dal limite di Ciriello ed è bravo D'Agnolo a distendersi sulla sua destra ed a deviare in corner. Poco dopo altra decisione non convincente del direttore di gara che annulla un gol di Muiesan per un fuorigioco apparso alquanto dubbio poichè Milan teneva in gioco il bomber sanluigino. I biancoverdi attingono alle ultime risorse per il forcing finale, mentre il Kras arretra sempre più il proprio baricentro con Pahor spesso provvidenziale su Ciriello e Muiesan. Al 37° cross dalla sinistra di Tentindo per il colpo di testa di Muiesan che sorvola di poco la traversa. Un minuto più tardi Ciriello difende palla in area di rigore e salta Milan che lo tocca da tergo: rigore ineccepibile che Giovannini trasforma spiazzando D'Agnolo per il 6 a 5 che riaccende le speranze della clamorosa rimonta. Il finale vede il San Luigi proteso all'attacco ma la difesa del Kras chiude bene ogni varco e davanti Spetic e Tomizza dimostrano la loro esperienza nel gestire tempo e pallone. Finisce 6 a 5 per la formazione di mister Tortolo, ma per Zetto e compagni ci sono parecchi mea culpa da recitare soprattutto per le amnesie difensive della prima frazione di gioco.

SAN LUIGI: Furlan, Peric, Casseler, Villanovich, Lapaine (Reder 1' st; Nuzzi 23' st), Giovannini, Ciriello, Zetto, Ianezic, Muiesan, Bertoni (Tentindo 7' st). (Fontana, Ban, Kozmann, Gridel Francesco). All. Pocecco.

Stampa