CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Con la Pro Gorizia prevale la paura di perdere: 0 a 0 scontato

CAMPIONATO 2018-2019
CATEGORIA ECCELLENZA
14^ giornata
8 dicembre 2018

SAN LUIGI - PRO GORIZIA  0-0

Finsce 0 a 0 l'atteso scontro al vertice tra San Luigi e Pro Gorizia, risultato frutto di una gara in cui le due squadre hanno badato prima di tutto a non scoprirsi troppo, dividendosi un tempo a testa - meglio la Pro Gorizia nel primo, di marca sanluigina la ripresa - ma confermando di essere senza dubbio le due serie candidate al salto di categoria, con gli scongiuri che sono d'obbligo. Formazione praticamente annunciata quella proposta da mister Sandrin che vede Furlan in porta; Crosato, Giovannini, Male e Ianezic in difesa; Cottiga, Villanovich e Disnan a centrocampo; Carlevaris trequartista dietro alle due punte avanzate che sono Muiesan e Ciriello.

L'avvio conferma come le due squadre si conoscono praticamente quasi a memoria, poichè finiscono per annullarsi a vicenda. Con il passare dei minuti crescono gli ospiti anche se la prima azione degna di pericolosità che arriva al 10° è di marca sanluigina con un cross di Villanovich sul secondo palo che vede Muiesan arrivare con una frazione di ritardo per la deviazione vincente. Al 15° l'episodio che avrebbe potuto condizionare l'andamento della gara. Spunto di Hoti sul vertice sinistro dell'area di rigore sanluiguina e fallo netto di Crosato che il direttore di gara, il padovano Mozzo, non può esimersi di punire con il calcio di rigore. A San Luigi la Var non c'è ma è bravissimo l'assistente udinese Sciortino a cogliere il fuorigioco in fase di avvio dell'azione di Autiero che infastidisce Crosato prima dell'intervento su Hoti, richiamando l'attenzione dell'arbitro e facendolo ritornare sui propri passi con la concessione del calcio di punizione a favore dei padroni di casa. E' la Pro Gorizia ad avere il pallino del gioco, con il San Luigi che appare contratto e si affida alle ripartenze e ai lanci in profondità per le veloci punte. Al 18° gran tiro dal limite dell'area di Marco Piscopo che costringe Furlan a volare all'incrocio per la deviazione in corner. Tre minuti più tardi è Hoti a tentare di sorprendere Furlan con un sinistro dal vertice dell'area ma il numero uno biancoverde è ben piazzato e blocca agevolmente. Al 26° la Pro Gorizia perde per infortunio Catania, sostituito da Battaglini. La più grossa opportunità per sbloccare il risultato per gli ospiti arriva alla mezz'ora: punizione dalla sinistra battuta tesa da Marco Piscopo con palla che attraversa l'area ed arriva sul versante opposto dove Hoti calcia a botta sicura venendo murato da Male; sulla palla vagante il primo ad arrivare è Luca Cantarutti il cui tiro trova la respinta sulla linea di Cottiga, ma non è finita poichè la sfera ballonzola al limite dell'area di rigore dove si presenta Contento che tutto solo spara alle stelle. Soffre molto il San Luigi sugli esterni la vivacità di Hoti e Autiero che mettono sovente in difficoltà Crosato e Ianezic costretti agli straordinari, per cui spesso sono provvidenziali i recuperi di Cottiga e Disnan in aiuto ai compagni. Centralmente la diga formata da Male, in gran spolvero, e dal rientrante Giovannini è di quelle invalicabili. Sul fronte opposto Muiesan si danna l'anima alla ricerca di spazi, mentre Carlevaris e Ciriello sono intrappolati nella morsa della difesa goriziana. Al 39° Autiero sfugge alla marcatura di Ianezic e mette una invitante palla tesa al centro dove Pillon fa velo per Hoti che, ritrovatosi tutto solo all'altezza del dischetto, spara incredibilmente alto con la porta spalancata. All'intervallo reti bianche ma con la Pro Gorizia che ai punti avrebbe meritato qualcosina di più.

Si riparte con gli stessi ventidue ma con il trend che cambia poichè il San Luigi parte decisamente più determinato, mentre la Pro Gorizia pare avere smarrito la carica agonistica che ne aveva contraddistinto i primi quarantacinque minuti. Altro infortunio tra le fila isontine al 9° quando Pillon deve abbandonare il campo sostituito da Klancic. All' 11° calcio di punizione di Cottiga per la spizzata di Villanovich che Del Mestre blocca a terra. Passano due minuti e la Pro Gorizia si divora il vantaggio quando Autiero conquista palla a centrocampo e lancia immediatamente Hoti, il quale si invola tutto solo verso Furlan cercando, a tu per tu con il numero uno sanluigino, un improbabile scavetto e consegnando la palla fra le braccia di Furlan. Immediata la replica del San Luigi che sul rovesciamento di fronte vede Disnan andare al cross e Muiesan incornare con la parata sicura di Del Mestre. Al 23° primo cambio tra le fila sanluigine con l'ingresso in campo di Stipancich per Giovannini e il conseguente arretramento al centro della difesa di Villanovich al fianco di Male. E' decisamente del San Luigi la ripresa, con la Pro Gorizia che ha completamente perso la verve della prima frazione e subisce le offensive dei baincoverdi, anche se Carevaris e Ciriello non sono in una delle loro migliori giornate. Infatti al 31° mister Sandrin richiama in panchina Ciriello e propone Tentindo che si mette subito in evidenza con un paio di belle giocate. Poco dopo missile dalla distanza di Marco Piscopo che si spegne sopra la traversa sotto lo sguardo vigile di Furlan. Al 36° è Muiesan ad accomodarsi in panchina rilevato da Norbedo, mentre quattro minuti più tardi è Potenza a prendere il posto di Cottiga. La gara scivola via veloce verso in novantesimo con il San Luigi che ci prova anche se manca la necessaria convinzione, mentre la Pro Gorizia pare accettare con soddisfazione la spartizione della posta. Al 47°, in pieno recupero, grande apertura di Carlevaris per Tentindo che giunto sul fondo mette palla al centro dove Stipancich si coordina per la battuta a botta sicura ma è provvidenziale Luca Piscopo a salvare sulla linea negando al centrocampista sanluigino la gioia del gol. E' l'ultimo episodio di un match che si chiude sul nulla di fatto, risultato che tutto sommato accontenta entrambe le compagini e che ha comunque divertito il numeroso pubblico accorso in via Felluga, oggi come mai da tutto esaurito.

Classifica che quindi rimane immutata in vetta con il San Luigi che sale a 36 punti e la Pro Gorizia che insegue a quattro lunghezze.

SAN LUIGI: Furlan, Crosato, Ianezic, Male, Villanovich, Giovannini (Stipancich 23' st), Ciriello (Tentindo 31' st), Cottiga (Potenza 40' st), Carlevaris, Muiesan (Norbedo 36' st), Disnan. (Musolino, Kozmann, Radisavljevic, Reder, Gridel). All. Sandrin.

Ammoniti: Male, Muiesan, Crosato.

 

 

 

Stampa