CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Cordenons espugnata: San Luigi Ale' Alex

CAMPIONATO 2018-2019
CATEGORIA ECCELLENZA
16^ giornata - 1^ ritorno
13 gennaio 2019

CORDENONS - SAN LUIGI  1-2 (0-1)

Marcatori: Stipancich (SL) 46' pt; Tentindo (SL) 7', Serrago (C) 14' st.

Anno nuovo, San Luigi vecchio: eh si perchè i biancoverdi iniziano il 2019 con un prezioso successo sull'insidioso terreno del Cordenons, proseguendo nella loro cavalcata vincente e imponendosi per 2 a 1. Partita dai due volti con una prima frazione quasi soporifera il cui unico vero acuto è il gol del vantaggio sanluigino siglato nel recupero da Stipancich. Di tutt'altro tenore la ripresa con la magia di Tentindo che sembrava aver chiuso i conti e con la bella rete di Serrago che invece riapre il match, tanto che ci vuole il tuffo felino di Jugovac per respingere il penalty di Serrago che poteva dare il 2 a 2 ai padroni di casa, prima che il San Luigi legittimasse il successo con la traversa di Ciriello nelle battute finali. La sosta permette a mister Sandrin di recuperare tutti gli infortunati ad eccezione di Bertoni, per cui ampia la scelta per l'undici iniziale che vede Jugovac tra i pali; Ianezic, Giovannini, Male e Crosato in difesa; Cottiga, Villanovich e Stipancich a centrocampo; Carlevaris, Muiesan e Tentindo in attacco.

Avvio blando con i padroni di casa che paiono più intraprendenti di fronte ad un San Luigi quasi attendista, ma che quando cerca le ripartenze punge non poco. La prima conclusione degna di nota arriva al 6° quando dopo uno spunto di Tentindo fermato al limite dell'area, la palla schizza verso Ianezic la cui conclusione di prima intenzione viene respinta d'istinto con i pugni da Cessel. Biancoverdi ancora pericolosi due minuti dopo con un cross dell'intraprendente Tentindo che pesca sulla destra Muiesan, bravo a coordinarsi per la battuta al volo murata da Romeo. Stenta a decollare il match con le due squadre che si annullano a vicenda e quindi le emozioni latitano. Al 21° ci prova Crosato dalla distanza con il tiro che finisce a lato alla sinistra di Cessel. Poco dopo il destro di Tentindo è smorzato da Tuniz di quel tanto che basta per far terminare la sfera a fil di traversa. Sugli sviluppi del corner il colpo di testa di Stipancich finisce di poco a lato. Poco prima della mezz'ora si vede il Cordenons con Caldarelli che se ne va sulla sinistra e mette al centro un interessante pallone che arriva sui piedi di Scarpa il cui rasoterra ad incrociare mette i brividi a Jugovac terminando fuori di un niente. Al 40° è Mestre ad andare al tiro dai venti metri, Jugovac ben piazzato blocca a terra. Nel primo minuto di recupero arriva improvvisa la rete che sblocca il risultato: corner per il San Luigi con lo scambio corto tra Cottiga e Carlevaris, per il cross di quest'ultimo sul quale Stipancich colpisce di testa mettendo la palla alle spalle di Cessel. San Luigi avanti e Cordenons che si trova sotto probabilmente senza meritare.

Ripresa che vede inizialmente quali protaginisti gli stessi ventidue della prima frazione e subito un'emozione quando dopo soli quarantatre secondi su un corner di Cottiga, Male svetta più alto di tutti e colpisce di testa con palla che fa la barba al palo. Si percepisce subito che la rete di Stipancich ha davvero sbloccato il match, poichè il ritmo si alza e soprattutto fioccano le occasioni da gol. Al 5° sono i padroni di casa ad andare vicini al pareggio con un cross di Serrago che mette in apprensione la retroguardia sanluigina e con Caldarelli che manca da due passi la deviazione vincente prima che ci pensi Crosato a spazzare l'area. Come spesso accade nel calcio "dal mancato pareggio arriva il raddoppio" ed infatti il San Luigi al 7° si porta sul 2 a 0 grazie alla prodezza balistica di Tentindo, il quale dopo che Carlevaris si è fatto palla al piede per metà campo, riceve palla, si accentra, ipnotizza Tuniz e con un destro a giro piazza la sfera all'incrocio dei pali: rete degna del miglior Del Piero. La reazione del Cordenons non si fa attendere ed al 12° i padroni di casa beneficiano di un calcio di punizione dal vertice dell'area alla cui battuta va Geromin che indirizza la palla sul primo palo saggiando i riflessi di Jugovac che vola a deviare in corner. Due minuti dopo la formazione di mister Barbieri dimezza lo svantaggio con un gran gol di Serrago il quale recupera palla a centrocampo, si invola superando Male e Crosato in progressione e giunto davanti a Jugovac lo infila con un chirurgico rasoterra angolato: 1 a 2 e gara che sembra riaprirsi. Mister Sandrin ricorre alle forze fresche della panchina inserendo immediatamente Ciriello per Muiesan. E' comunque un momento favorevole ai padroni di casa con il San Luigi che arretra il proprio baricentro sotto la pressione granata. Al 23° inisistita azione del Cordenons che genera una mischia in area sanluigina conclusa con il tiro di Diop che trova pronto Jugovac alla parata a terra. Altro cambio tra le fila biancoverdi con Disnan che prende il posto di Stipancich, mentre poco dopo è Potenza a rilevare Tentindo. Nonostante i cambi l'inerzia della gara non cambia con il Cordenons sempre più proiettato all'attacco e con il San Luigi che si chiude a riccio cercando di pungere di rimessa con le sue agili punte. Al 29° la difesa sanluigina si fa cogliere un po' scoperta in un'azione di ripartenza e Male ferma fallosamente Serrago nel cuore dell'area biancoverde: per il direttore di gara nessuna esitazione sull'assegnazione del calcio di rigore. Sul dischetto va lo stesso Serrago che però si vede respingere il tentativo di trasformazione da Jugovac, abile nell'intuire la traiettoria della battuta e nel respingere la sfera confermando così come i portieri sanluigini possano godere della fama di "pararigori". Passata la paura il San Luigi si scuote e riconquista metri, anche se al 34° rischia ancora quanto sullo spunto di Zossi è provvidenziale il salvataggio sulla linea di Potenza che sbroglia una situazione che stava facendosi pericolosa. Al 39° calcio di punizione dai venti metri da posizione centrale per il San Luigi e sinistro liftato di Ciriello che scavalca Cessel con palla che batte sulla parte bassa della traversa e rimbalza al di qua della linea bianca, negando al mancino biancoverde il gol del 3 a 1. Ultimo cambio tra le fila sanluigine con Gridel che prende il posto di Carlevaris, prima di un finale di gara che vede il San Luigi amministrare bene la palla senza rischiare più nulla, nonostante i cinque abbondanti minuti di recupero.

In classifica il San Luigi grazie alla sconfitta della Pro Gorizia allunga e con 40 punti vanta ora cinque lunghezze di vantaggio sugli isontini.

SAN LUIGI: Jugovac, Crosato, Ianezic, Male, Villanovich, Giovannini, Tentindo (Potenza 27' st), Cottiga, Stipancich (Disnan 23' st), Muiesan (Ciriello 17' st), Carlevaris (Gridel 39' st). (Musolino, Kozmann, Reder, Rizzotto, Norbedo). All. Sandrin.

Ammonito: Male.

 

 

 

 

Stampa