CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Coppa Italia: Dro super nella ripresa e ora serve l'impresa

COPPA ITALIA
FASE NAZIONALE
2^ giornata
6 marzo 2019

SAN LUIGI - DRO ALTO GARDA  2-5 (1-1)

Marcatori: Kostadinovic (D) 2', Muiesan (SL) 45' pt; Garcia (D) 11', Ballarini (D) 22', Muiesan (SL) 32', Ballarini (D) 34', Brusco (D) 46' st.

Pesante sconfitta casalinga per il San Luigi nella seconda gara della fase nazionale della Coppa Italia di Eccellenza, che ha visto il Dro Alto Garda imporsi con un netto 5 a 2. Il successo dei trentini matura nella ripresa, favorito dalla giornata negativa del pacchetto arretrato biancoverde che regala almeno tre dei cinque gol ospiti. Mister Sandrin può contare sulla rosa al completo e schiera Furlan in porta; Potenza, Giovannini, Male e Bertoni in difesa; Cottiga, Villanovich e Disnan a centrocampo; Carlevaris, Muiesan e Tentindo in attacco.

Sono i trentini a partire meglio, mettendo da parte qualsiasi timore riverenziale e riversandosi nella metà campo biancoverde. Ed infatti passano solo due minuti ed il Dro è in vantaggio grazie a Kostadinovic che a centro area raccoglie lo spiovente dalla bandierina di Gattamelata e infila Furlan. Il San Luigi balla per qualche minuto ma poi prende in mano le redini del match ed al 5° su cross di Tentindo, Carlevaris manca di un soffio la deviazione aerea a due passi da Nervo. Tre minuti dopo Carlevaris riceve palla a centro area e conclude con un sinistro che il numero uno trentino riesce a bloccare con un pizzico di fortuna, ritrovadosi la sfera fra le gambe. Cresce il San Luigi con il passare dei minuti, mentre il Dro si chiude bene davanti ai propri sedici metri e si affida alle ripartenze. Difficile però per Villanovich e compagni trovare spazi centralmente ed infatti le azioni migliori arrivano dalle corsie laterali dove Potenza, Bertoni e Tentindo sono molto propositivi. Al 26° cross di Tentindo che pesca Muiesan, abile a partire sul filo del fuorigioco ed a controllare la sfera, concludendo con un tiro a botta sicura che centra la base del palo. E' un assedio quello sanluigino ed al 29° è Carlevaris ad andare al cross, con Tavernini che prolunga la traiettoria e palla che arriva nei pressi di Tentindo, bravo a coordinarsi per la battuta al volo che sorvola di poco la traversa. Poco dopo lancio di Villanovich per Tentindo e traversone in area per il sinistro di prima intenzione di Carlevaris messo in corner dall'intervento di Nervo. Sugli sviluppi del corner di Tentindo, colpo di testa in torsione di Carlevaris con palla che finisce di un soffio a lato. Il meritato pareggio arriva proprio allo scadere della prima frazione e lo realizza Muiesan. L'azione nasce da un rilancio di Male sulla fascia sinistra, dove Tentindo è bravissimo nell'addomesticare la palla e nel metterla al centro, dove si avventa Muiesan che con un preciso rasoterra fa secco Nervo: 1 a 1 e squadre negli spogliatoi per l'intervallo.

 
Si riparte per la ripresa con il Dro che effettua due cambi che risulteranno determinanti ai fini del risultato finale, con l'ingresso di Corradini e Ballarini al posto di Ciric e Badu. Anche l'avvio del secondo tempo segue il tema tattico delle battute iniziali della gara e che vede i trentini partire a razzo. All' 11° contropiede della formazione ospite che coglie mal posizionata la difesa sanluigina, con il tiro di Calcari respinto corto da Furlan ed il tap in vincente di Garcia: Dro nuovamente in vantaggio per 2 a 1. Tre minuti più tardi mister Sandrin effettua il primo cambio, richiamando in panchina Tentindo, sicuramente il migliore in campo sino a quel momento, per inserire Ianezic. Sono però sempre gli ospiti ad avere in pugno il match, anche perchè il San Luigi sembra avere perso smalto e certezze, si innervosisce un po' troppo e favorisce così il Dro che si dimostra abile nello sfruttare i lati deboli dei biancoverdi. Al 22° leggerezza difensiva con un retropassaggio di Potenza verso Furlan, il quale si fa anticipare da Ballarini che prima di insaccare salta lo stesso Furlan mettendo in rete la palla del 3 a 1. Immediato il cambio di mister Sandrin che richiama Potenza per Norbedo. Al 25° Furlan respinge con i pugni un tiro da distanza ravvicinata di Brusco, evitando il poker trentino. Due minuti più tardi è Carlevaris a lasciare il posto a Gridel, mentre al 29° Cottiga viene espulso per avere tirato la palla addosso a Gattamelata in occasione di una rimessa laterale. Piove sul bagnato quindi in casa San Luigi, con i biancoverdi sotto per 3 a 1 e con un uomo in meno. Tuttavia Giovannini e compagni non mollano ed al 32° su un cross di Norbedo c'è il goffo intervento di Tavernini che regala palla a Muiesan, il quale è lesto ad insaccare alle spalle di Nervo per il 2 a 3 che riaccende le speranze dei padroni di casa. E' solo un'illusione poichè due minuti dopo Villanovich perde palla a centrocampo sul pressing di Ballarini, che vede Furlan fuori dai pali e lo beffa con un preciso pallonetto che vale il 4 a 2 ospite. E' il colpo del definitivo ko per il San Luigi che molla gli ormeggi e rischia di incassare un altro gol al 40° quando il rasoterra di Garcia fa la barba al palo. Al primo minuto di recupero arriva la manita trentina con Brusco che tutto solo raccoglie l'invito dell'incontenibile Ballarini e infila per la quinta volta Furlan. Il numero uno biancoverde è bravo al 48° ad evitare la sesta rete ospite, opponendosi alla conclusione ravvicinata di Pancheri. L'ultima emozione della gara la regala l'estremo difensore ospite Nervo, quando al 49° con un colpo di reni respinge d'istinto il colpo di testa a botta sicura da due passi di Muiesan, su corner di Disnan. Finisce 5 a 2 per il Dro Alto Garda ed ora al San Luigi per ottenere la qualificazione serve un'impresa sul terreno del Caldiero, dove bisogna vincere con cinque gol di scarto.

SAN LUIGI: Furlan, Potenza (Norbedo 23' st), Bertoni, Male, Villanovich, Giovannini, Tentindo (Ianezic 14' st), Cottiga, Carlevaris (Gridel 27' st), Muiesan, Disnan. (Jugovac, Stipancich, Evangelisti, Rizzotto, Reder, Ciriello)All. Sandrin.

Espulso: Cottiga.

Ammonito: Norbedo.

 

 

 

 

Stampa