CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Quando il sogno "D"iventa realtà ... BRAVI RAGAZZI !!!

 

CAMPIONATO 2018-2019
CATEGORIA ECCELLENZA
27^ giornata - 12^ ritorno
31 marzo 2019

SAN LUIGI - LUMIGNACCO  3-3 (1-0)

Marcatori: Ciriello (SL) rig. 7' pt; Carlevaris (SL) 5', Cucciardi (L) 10', Craviari (L) 13', Cordara Damasco (L) 20', Ciriello (SL) 49' st.

E' un gol di Ciriello a poco più di un minuto dal 95° a regalare al San Luigi la matematica promozione in serie D. Partita vera, combattuta, appassionante quella con il Lumignacco, finita 3 a 3 dopo un tourbillon di emozioni che neppure uno scrittore di thriller poteva narrare. Eh si perchè al 5° della ripresa quando Carlevaris mette a segno il gol del 2 a 0, dentro la testa dei biancoverdi inconsciamente parte la festa, non facendo i conti con la voglia di rivalsa di un Lumignacco che ad inizio stagione era il San Luigi di oggi, ovvero la candidata alla serie D. E così i friulani in dieci minuti di furore ribaltano il risultato, trascinati da un incontenibile Cucciardi, facendo calare il gelo su via Felluga. La squadra biancoverde però incarna il carattere del proprio mister e con un finale da assalto all'arma bianca, riesce a realizzare il gol che trasforma il sogno in realtà, con l'ìnzuccata di Ciriello che scatena la festa biancoverde. Mister Sandrin ripropone lo stesso undici che aveva iniziato a Manzano, con Furlan tra i pali; Ianezic, Crosato, Male e Bertoni in difesa; Cottiga, Villanovich e Disnan a centrocampo; Carlevaris, Muiesan e Ciriello in attacco.

Che il Lumignacco non sia venuto a Trieste in gita lo si capisce sin dalle prime battute, con i friulani che ribattono colpo su colpo, mettendo in campo anche quella giusta carica di agonismo che rende la gara vivace e coinvolgente. Dopo un paio di sacramucce il San Luigi sblocca il risultato grazie e Ciriello, il quale se ne va in contropiede e viene atterrato nel cuore dell'area avversaria da Ceka in uscita scomposta: calcio di rigore che il bomber sanluigino trasforma spiazzando il portiere ospite. Non ci mette molto il Lumignacco a reagire e due minuti dopo in area sanluigina si crea una mischia con un paio di conclusioni ribattute e tiro finale di Ime Akam che cerca l'angolino, trovando però Furlan reattivo che blocca in due tempi. Partita davvero bella, giocata a ritmo elevato e con due squadre che non badano a tatticismi cercando con insistenza la via del gol. Al 12° lancio di Male per Ciriello che giunto sul fondo mette palla al centro dove Muiesan arriva come un falco ma la sua conclusione di prima intenzione esce a fil di palo. Il Lumignacco è costretto a rinunciare a Verrillo, uno dei protagonisti di inizio gara, che accusa un dolore muscolare e lascia il posto a Cordara Damasco. Nonostante in questa fase del match non si registrino palle gol, i ventidue in campo non si risparmiano, con il San Luigi alla ricerca del raddoppio ed il Lumignacco sempre pungente nelle sue rapide azioni offensive. Al 39° calcio di punizione di Cucciardi e perentorio colpo di testa di Craviari che sembra destinato in fondo al sacco, ma è superlativo Furlan che con un colpo di reni riesce a smanacciare la palla in corner. L'ultima emozione di un primo tempo davvero bello, la regala Ciriello, il quale su un calcio d'angolo di Cottiga ruba il tempo ai centrali friulani e incorna di potenza, con palla che sorvola di pochissimo la traversa. All'intervallo biancoverdi avanti per 1 a 0.

Si riparte con gli stessi ventidue e con il Lumignacco che appare più determinato a rimettere in equilibrio le sorti del match. Al 4° lancio di Cucciardi per Novati il quale, partito sul filo del fuorigioco, si presenta a tu per tu con Furlan che è bravissimo nell'opporsi alla conclusione dell'attaccante ospite, disturbato anche dal recupero di Crosato. Scampato il pericolo per il San Luigi si cambia fronte ed arriva il raddoppio grazie alla prodezza di Carlevaris, bravo e rapido nel farsi largo tra le maglie avversarie ed a trovare lo spiraglio giusto per infilare Ceka con un chirurgico sinistro: 2 a 0 e gara che sembra messa in cassaforte per Muiesan e compagni. E' qua però che la convinzione di avere i tre punti in saccoccia dei sanluigini si scontra con la rabbia agonistica degli ospiti, i quali si scatenano ed in dieci minuti ribaltano la situazione. Prima avvisaglia al 9° quando su calcio d'angolo di Pratolino è Craviari a svettare più in alto di tutti con palla di poco a lato. E' il preambolo al gol della formazione di mister Garzitto che al 10° dimezza lo svantaggio con una prodezza balistica di Cucciardi, abile a liberarsi in dribbling di due avversari e ad infilare Furlan con un tiro a giro. Il San Luigi accusa il colpo mentre il Lumignacco si galvanizza e sente odor di impresa. All' 11° gran tiro di Cordara Damasco e questa volta è il palo a venire in soccorso a Furlan. Gara che improvvisamente ha cambiato inerzia, con il San Luigi che pare ipnotizzato e con il Lumignacco che, trascinato da un Cucciardi indemoniato, dà l'impressione di poter riaprire la contesa. Ed infatti al 13° il pareggio si materializza grazie alla splendida rete di Craviari, originata da un calcio di punizione dalla tre quarti di Cucciardi, sul quale c'è la corta respinta di Disnan che consente al numero sei friulano di coordinarsi e di insaccare la palla alle spalle di Furlan con un'acrobatica rovesciata: 2 a 2 e gara totalmente riaperta. Il San Luigi fatica ad uscire dal momento di difficoltà ed al 20° si ritrova addirittura sotto, quando su un cross dalla destra di Cucciardi, Cordara Damasco lasciato libero di saltare a centro area, con un colpo di testa in torsione infila Furlan per il gol del 3 a 2 a favore del Lumignacco. Mister Sandrin prova a modificare qualcosa inserendo Tentindo per Muiesan ed accentrando Ciriello, per un San Luigi che si getta all'attacco a pieno organico. L'atteggiamento offensivo dei biancoverdi consente però al Lumignacco di sfruttare gli inevitabili spazi concessi per il contropiede, ed infatti al 26° c'è un'altra micidiale ripartenza condotta da Cucciardi, con palla filtrante per Ime Akam che si presenta davanti a Furlan, il quale si supera riuscendo a deviare in corner la conclusione ravvicinata della punta friulana. A venire in aiuto ai biancoverdi ci pensa anche un'ingenuità di Novati, il quale ammonito poco prima per un brutto fallo su Male, si vede affibbiare un altro cartellino giallo per un'evidente simulazione in area sanluigina, guadagnando anticipatamente la via degli spogliatoi. Con il Lumignacco in inferiorità numerica il San Luigi stringe d'assedio l'area ospite alla ricerca del pareggio. Alla mezz'ora secondo cambio operato da mister Sandrin che inserisce Potenza al posto di Disnan, avanzando Ianezic in mediana. Al 32° spunto di Bertoni sulla sinistra e cross sul versante opposto dove Ciriello controlla, si accentra e lascia partire un potente sinistro che supera Ceka ma si stampa sulla traversa. Attacca il San Luigi a pieno orgnanico ma la difesa del Lumignacco guidata da Pratolino regge bene l'urto. Al 43° conclusione di controbalzo di Bertoni, spizzata a centro area di Villanovich e palla che sbatte sul palo alla sinistra di Ceka. Il finale è un forcing dei padroni di casa, premiato al 49° quando su un lungo rilancio di Male che arriva in area friulana, Ceka e Iuri si disturbano a vicenda e vengono beffati dall'inzuccata di Ciriello, con palla che rotola in fondo la sacco per il tripudio dei biancoverdi che raggiungono così il meritatissimo traguardo della serie D. 

In classifica il San Luigi con 63 punti guadagna matematicamente la promozione a tre giornate dalla conclusione del campionato, vantando dodici lunghezze di vantaggio sulla Pro Gorizia e sull'Edmondo Brian.

SAN LUIGI: Furlan, Ianezic, Bertoni, Male, Villanovich, Crosato, Ciriello, Cottiga, Carlervaris, Muiesan (Tentindo 23' st), Disnan (Potenza 30' pt). (Musolino, Reder, Giovannini, Radisavljevic, Stipancich, Gridel, Norbedo). All. Sandrin.

Ammoniti: Villanovich, Carlevaris, Stipancich (dalla panchina), Male.

 

 

 

Stampa