CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

SERIE D: La maledizione dei primi minuti...derby al Cjarlins

 

CAMPIONATO 2019-2020
SERIE D
2^ giornata
7 settembre 2019

SAN LUIGI - CJARLINS MUZANE  2-3 (2-1)

Marcatori: Dussi (C) 3', Bertoni (SL) 31' e 38' pt; Fabbro (C) 2', Bussi (C) 3' st.

Se a Sant'Ambrogio Valpolicella con l'Ambrosiana era stata fatale la zona Cesarini, nel derby con il Cjarlins Muzane a pesare nella sconfitta per 3 a 2 determinanti sono stati i primi minuti delle due frazioni di gara. La formazione di mister Sandrin paga dazio a un inizio di ripresa in cui subisce il letale uno-due degli orange friulani e nonostante un forcing pressochè continuo non riesce a riequilibrare le sorti della gara, come invece avvenuto nel primo tempo grazie alla doppietta di Bertoni. Ai box Lombardi e Furlan i biancoverdi si schierano con il 4-2-3-1 che vede D'Agnolo in porta; Ianezic, Giovannini, Male e Vittore in difesa; Cottiga e Villanovich a centrocampo; Bertoni, Carlevaris e De Panfilis agiscono alle spalle della punta avanzata che è Ciriello.

Nemmeno il tempo di "conoscersi" che gli ospiti si ritrovano già avanti dopo tre giri di lancetta grazie al gran gol di Dussi, che intercetta palla a ridosso dell'area sanluigina e scaglia un fendente che D'Agnolo può solo guardare infilarsi in porta. Non si demoralizza la formazione sanluigina che inizia a macinare gioco e a rendersi pericolosa dalle parti di Sourdis. E' Carlevaris la spina nel fianco della difesa del Cjarlins, con il suo moto perpetuo e con la sua verve, ben sostenuto da De Panfilis e Ciriello che cercano di infilarsi tra le maglie arancioni. Al 7° spunto di Carlevaris e diagonale che Sourdis devia in corner con la punta delle dita. Due minuti dopo lancio di Male per Carlevaris, anticipato di un soffio dalla tempestiva uscita del numero uno ospite, il quale riesce poi a neutralizzare anche il successivo tentativo di Ciriello. Premono in biancoverdi con il Cjarlins sempre più racchiuso nella propria tre quarti campo. Al 10° bello spunto personale di De Panfilis e conclusione fuori di un nulla. La gara è piacevole, giocata a buon ritmo e con toni agonistici degni di un derby, anche se il direttore di gara Poto di Mestre dimostra di essere uno dal cartellino facile, tanto che al termine saranno ben due le espulsioni e quattordici le ammonizioni. Ma ritorniamo alla partita che vede il San Luigi continuare nella sua ricerca del pareggio, che giunge più che meritato al 31° al termine di un'azione da manuale. Palla servita in profondità da De Panfilis per il taglio di Carlevaris, il quale giunto sul fondo calibra un preciso cross sul palo lontano dove Bertoni svetta più in alto di tutti e di testa infila Sourdis: 1 a 1. Brutta tegola al 36° per mister Sandrin costretto a rinunciare all'infortunato Ciriello e che getta nella mischia Muiesan. Passano due minuti e la situazione è capovolta grazie alla seconda marcatura d Bertoni che, dopo un'iniziativa di Carlevaris che si porta a spasso Tobanelli, raccoglie "d'istinto" la corta respinta della difesa avversaria e mette la palla alle spalle di Sourdis. Adesso è il Cjarlins a dover rincorrere e mister Moras corre ai ripari inserendo Pez al posto di Peressutti. Il tempo si chiude con il tentativo di Zuliani e la parata sicura di D'Agnolo.

Al rientro dopo l'intervallo altro cambio tra le fila friulane con l'ingresso di Fabbro per Dussi. E sono tre minuti da incubo i primi tre per Giovannini e compagni che in un batter d'occhio si ritrovano sotto per 3 a 2. Al 2° calcio di punizione dalla tre quarti battuto da Tonizzo e proprio il neo entrato Fabbro tutto solo in tuffo infila D'Agnolo. Ripresa del gioco e dopo una palla persa dai biancoverdi ripartenza ospite e servizio in verticale per Bussi che trova la difesa sanluigina scoperta e infila D'Agnolo. Controsoprasso effettuato e San Luigi che deve nuovamente remare in salita. Ci si aspetta subito l'immediata reazione sanluigina ed invece al 6° sono gli ospiti a sfiorare il poker con il colpo di testa di Migliorini che fa la barba alla traversa. Mister Sandrin decide di dare maggior peso offensivo alla sua squadra richiamando in panchina Ianezic ed inserendo Tentindo. Al 10° l'episodio che vuoi o non vuoi condiziona la gara con la doppia ammonizione di Villanovich e Kabine per una scaramuccia sulla battuta di un calcio di punizione che il direttore di gara punisce troppo severamente con il cartellino giallo per entrambi, ma che a Villanovich, già ammonito in precedenza, costa il rientro anticipato negli spogliatoi. Doppio cambio al quarto d'ora tra le fila biancoverdi con Caramelli e Di Lenardo che sostituiscono Vittore e De Panfilis. Parità numerica ristabilita al 22° quando Kabine, richiamato in panchina da Moras, decide di guadagnare tempo uscendo la lato più lontano del campo e si becca la seconda ammonizione: ingenuità evitabile viste le nuove regole. Continua la girandola di cambi, con mister Sandrin che cerca di trovare le chiavi per scardinare la difesa arancione, mentre sul versante opposto mister Moras cerca di coprirsi inserendo Ndoj per Spetic. Al 31° è proprio il neo entrato Ndoj a sfiorare il quarto gol con un tiro che manca di poco il bersaglio. San Luigi vicino al pareggio al 35° con la doppia conclusione di Tentindo: sulla prima è miracoloso Sourdis che d'istinto respinge, mentre sulla seconda il tiro del fantasista biancoverde trova l'opposizione di un difensore avversario. Un minuto dopo altra opportunità per i padroni di casa con il tocco sotto misura di Di Lenardo che sfiora il palo. Dopo l'ingresso di Zigon al posto di Bussi, al 41° la grande occasione per il 3 a 3 che capita sui piedi di Muiesan: azione che nasce da un calcio di punizione dalla destra battuto da Carlevaris, palla che arriva sul versante opposto dove Bertoni in rovesciata rimette al centro per Muiesan che si coordina e conclude a botta sicura ma Sourdis si supera e con la punta delle dita tocca di quel tanto che basta per mandare la palla ad incocciare la traversa. Mister Sandrin tenta il tutto per tutto inserendo Mazzoleni al posto di Cottiga per il forcing finale anche se, nonostante il cospicuo recupero di sei minuti, non ci sono occasioni se non qualche mischia in area friulana e il risultato non cambia con il Cjarlins che vince per 3 a 2. Al San Luigi il rammarico di aver perso un'altra gara immeritatamente, ma anche la consapevolezza che qualcosa dietro va sistemato, perchè se l'attacco segna e non poco, come dimostrano i quattro gol realizzati, la difesa incassa un po' troppo, come testimoniano le sei reti subite.

Mercoledì a San Martino di Lupari il primo turno infrasettimanale contro la Luparense che è seconda assieme al Legnago con 4 punti, gara che dovrà servire a muovere la classifica. Al comando solitario il Cjarlins Muzane unica squadra a punteggio pieno.

SAN LUIGI: D’Agnolo, Ianezic (Tentindo 7' st), Vittore (Caramelli 15' st), Male, Villanovich, Giovannini, De Panfilis (Di Lenardo 15' st), Cottiga (Mazzoleni 43' st), Ciriello (Muiesan 36' pt), Carlevaris, Bertoni. (Musolino, Zacchigna, Disnan, Tonini). All. Sandrin. 

CJARLINS MUZANE: Sourdis, Zuliani, Facchinutti (Meula Sako 45' st), Tobanelli, Peressutti (Pez 38' st), Migliorini, Bussi (Zigon 38' st), Dussi (Fabbro 1' st), Spetic (Ndoj 22'), Tonizzo, Kabine (Calligaro, Mantovani, Zavan, Longato). All. Moras.

Espulsi: Villanovich e Kabine per doppia ammonizione.

Ammoniti: Villanovich, Zuliani, Peressutti, De Panfilis, Tonizzo, Tobanelli, Male, Kabine, Cottiga, Fabbro, Carlevaris.

 

Stampa