CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

LA PRIMA VOLTA ... AL SAN LUIGI LA COPPA ITALIA

 

FINALE COPPA ITALIA DI ECCELLENZA 2017/18
TROFEO "DIEGO MEROI"
Gemona del Friuli (UD) - 13 gennaio 2018

TORVISCOSA - SAN LUIGI 4-6 dcr (0-0; 1-1; 2-2 dts)

Marcatori: Cottiga (SL) 20', Puddu (T) 41' st; Giovannini (SL) rig. 3' pts; Puddu (T) 15' sts.

Rigori: Giovannini (SL) gol; Goz (T) gol; Stipancich (SL) gol; Puddu (T) gol; Male (SL) parato; Biasiol (T) parato; Villanovich (SL) gol; Pavan (T) fuori; Sabadin (SL) gol.

C'è voluta la lotteria dei rigori, cosa che non accadeva da dieci anni quando nella finale del 2008 il Sevegliano sconfisse la Manzanese, per decretare la vincente della Coppa Italia di Eccellenza Trofeo "Diego Meroi", che ha visto il San Luigi imporsi per 6 a 4 sul Torviscosa. I tempi regolamentari si erano chiusi sull' 1 a 1, mentre dopo i supplementari è persistita la parità con i centoventi minuti di gioco terminati sul 2 a 2. Per il San Luigi la prima finale e la prima vittoria, mentre il Torviscosa incassa la terza sconfitta in finale, dopo quelle patite nel 2010 con il Monfalcone e nel 2012 con la Manzanese.

Rosa al completo per mister Sandrin, uno che la Coppa Italia l'aveva promessa al presidente Peruzzo. con l'unica eccezione dello squalificato Tentindo, costretto a soffrire dagli spalti assieme agli oltre duecento tifosi biancoverdi giunti a Gemona con due pullman e numerose macchine. 4-3-3 lo schieramento sanluigino che vede Furlan tra i pali; Caramelli, Giovannini, Male e Potenza in difesa; Cottiga, Villanovich e Stipancich a centrocampo; Ianezic, Muiesan e Bertoni in attacco.

Battute iniziali che lasciano subito intravvedere come la posta in palio agisca sugli schieramenti tattici con le due squadre molto attente a non scoprirsi e punte spesso isolate in avanti e costrette a prendere palla lontano dall'area avversaria. Stenta a decollare il match e la prima occasione è di marca torzuinese con un diagonale di Puddu che fuggito alla guardia di Caramelli mette i brividi a Furlan, ma la palla si perde di poco a fil di palo. Davvero poche le emozioni che il match offre, nonostante il ritmo sia elevato e l'agonismo non manchi. Al 20° calcio di punizione da posizione defilata sulla sinistra per il Torviscosa con battuta di Lestani che prova a sorprendere Furlan, bravo a tuffarsi sul primo palo e a smanacciare in corner. Il San Luigi si vede nelle battute finali quando pareggia il conto delle palle gol. Al 44° cross dalla destra di Caramelli e colpo di testa in torsione di Ianezic con palla non di molto a lato alla sinsitra di Buso. Tre minuti dopo calcio piazzato di Villanovich e nuova incornata di Ianezic ma ancora una volta la mira è imprecisa. All'intervallo reti inviolate e partita sostanzialmente equilibrata.
 
L'avvio del secondo tempo ricalca quello visto nella prima frazione, con le due squadre sempre molto accorte e con gli attaccanti che faticano a trovare spazi e a impensierire Furlan e Buso, mai seriamente chiamati in causa. Per sbloccare il risultato ci vuole un guizzo ed è Cottiga al 20° a trovarlo quando, su un cross di Stipancich, sotto misura tocca la sfera di quel tanto che basta per metterla alle spalle di Buso per il vantaggio sanluigino. Mister Sandrin opera la prima sostituzione tre minuti più tardi quando richiama Ianezic colpito da crampi e inserisce Carlevaris. Il San Luigi pare amministrare senza troppe sofferenze la reazione della formazione di mister Vittore, che ha sempre in Puddu l'uomo più pericoloso. Al 32° è Borsetta a liberarsi della marcatura dei centrali biancoverdi, ma Furlan è bravissimo e tempestivo nel scegliere in tempo dell'uscita anticipando la conclusione del centravanti torzuinese. Fioccano i cartellini gialli che il direttore di gara Santarossa dispensa senza remore, anche se la gara si mantiene sempre nei limiti della correttezza. Al 39° altro cambio tra le fila sanluigine con Sabadin che prende il posto di Bertoni. Un minuto dopo prodezza di Furlan che respinge d'istinto il colpo di testa ravvicinato a botta sicura di Lestani e poi viene caricato da Puddu, rimediando una vistosa ferita allo zigomo, ma il numero uno sanluigino non molla il guantoni e riprende il suo posto tra i pali. Al 41° arriva la doccia fredda del pareggio del Torviscosa. Errato disimpegno di Villanovich che regala palla a Puddu, il quale brucia in velocità Caramelli e fulmina Furlan con un preciso diagonale: 1 a 1 e gara riaperta. Il San Luigi accusa il colpo e al 43° Potenza, senza dubbio uno dei migliori fin a quel momento, commette un duro quanto inutile fallo a centrocampo che il direttore di gara non può sanzionare altro che con il cartellino rosso. Biancoverdi in inferiorità numerica e mister Sandrin che immediatamente corre ai ripari richiamando in panchina Carlevaris ed inserendo Kozmann. Al novantesimo 1 a 1 e gara che va ai tempi supplementari.
 
E i supplementari si aprono con una protesta da parte dei biancoverdi al 3°, quando su un cross dal fondo di Sabadin, Mueisan addomestica la sfera all'altezza del dischetto ma al momento di girarsi a rete viene strattonato da tergo da Biasiol: rigore più si che no, ma la VAR non c'è e Santarossa decide che si può proseguire. La gara si incattivisce un po' con qualche calcetto di troppo e Fiorenzo, prima se la cava quando rifila un calcione a Caramelli non visto nè da arbitro nè da guardalinee, ma subito dopo si fa pizzicare dall'assistente Munitello per un fallo di reazione su Giovannini e anche lui, espulso, finisce anticipatamente sotto la doccia: parità numerica ristabilita. Al 9° Giovannini perde ingenuamente palla sulla tre quarti consentendo a Lestani di avviare un veloce ripartenza che porta alla conclusione di Pavan, ma è ancora decisivo Furlan che chiude lo specchio della porta deviando in corner il tiro a botta sicura dell'attaccante friulano. Al 10° esce Cottiga anch'esso sofferente per crampi rilevato da Gridel. Primo supplementare che si chiude senza reti e punteggio fermo sull' 1 a 1.
 
Pronti via per gli ultimi quindici minuti di speranze e dopo pochi secondi spunto di Muiesan sulla sinistra, sul cui cross al centro Zanon tocca con un braccio smorzando la sfera che finisce tra le braccia di Buso, il quale anticipa il tocco sotto misura di Gridel. Per Santarossa nessun dubbio sulla volontarietà del fallo e calcio di rigore che Giovanninni trasforma con freddezza spiazzando Buso per il nuovo vantaggio sanluigino. Questa volta è il Torviscosa ad accusare il colpo con diversi giocatori che si innervosiscono beccandosi il cartellino giallo. Al 6° mister Sandrin richiama Muiesan e inserisce Reder dando maggiore copertura al centrocampo. Quando il San Luigi sembra ormai avere in pugno il match ecco la doppia tegola che cambia il corso dello stesso. Primo episodio saliente l'espulsione di Caramelli per doppia ammonizione, con il secondo giallo arrivato per un provvidenziale fallo su Puddu lanciato a rete. E proprio allo scadere è proprio il numero undici gialloblu a inventare la rete del pareggio quando, ricevuta palla sulla sinistra, si incunea tra Kozmann e Villanovich e lascia partire un gran tiro che si insacca all'incrocio dove Furlan proprio non ci può arrivare. Una beffa per Giovannini e compagni per un 2 a 2 che porta le squadre alla lotteria dei calci di rigore.
 
Dal dischetto biancoverdi infallibili (segnano Giovannini, Stipancich, Villanovich e Sabadin) o quasi (Male si fa parare il tiro da Buso), mentre il Torviscosa va a bersaglio con Goz e Puddu, ma sono decisivi gli errori di Biasiol (parata di Furlan) e di Pavan che angola troppo la battuta con palla fuori dallo specchio della porta. Sabadin è implacabile e la festa biancoverde può iniziare per un successo storico per il club del presidente Peruzzo, con la conquista della prima Coppa Italia e i festeggiamenti in campo che hanno visto i protagonisti di questa meravigliosa vittoria stringersi nell'abbraccio dei tantissimi ragazzini del vivaio sanluigino saliti sino a Gemona per tifare per i "più grandi". Un plauso di diritto anche a mister Sandrin, capace di infondere al gruppo una indiscussa mentalità vincente, al vice allenatore Di Summa, al preparatore dei portieri Leo, al DS Cespa, ai dirigenti Dolsi, Lamari e Cottiga, ai fisioterapisti Riosa e Vittori, al dottor Luise e non ultimi a tutti quelli che con il loro incitamento dagli spalti hanno reso possibile il realizzarsi di questo grande sogno: la prima volta non si scorda mai!!
 

SAN LUIGI: Furlan, Caramelli, Male, Potenza, Villanovich, Giovannini, Bertoni (Sabadin 39' st), Cottiga (Gridel 10' pts), Muiesan (Reder 6' sts), Ianezic (Carlevaris 23' st; Kozmann 43' st), Stipancich. (Jugovac, Cassarà). All. Sandrin.

Espulsi: Potenza, Caramelli.

Ammoniti: Ianezic, Bertoni, Villanovich.

 

 

Stampa