CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

COPPA ITALIA: Dieci minuti di "gelo" e addio ai sogni di Coppa

CAMPIONATO 2017-2018
CATEGORIA ECCELLENZA
Ottavi di finale COPPA ITALIA - 2^ giornata
28 febbraio 2018

SANKT GEORGEN - SAN LUIGI  2-1 (0-0)

Marcatori: Zivani 9', Piffrader 12', Carlevaris 28' st.

Svanisce in un gelido pomeriggio a Brunico il sogno del San Luigi di proseguire il cammino in Coppa Italia, con gli altoatesini del Sankt Georgen che si impongono per 2 a 1. I biancoverdi hanno di che mordersi le mani per avere sciupato una ghiotta occasione per incamerare un successo contro una formazione apparsa decisamente inferiore ai veronesi del Belfiorese, ma capace di approfittare di dieci minuti di blackout di Giovannini e compagni in avvio di ripresa. Mister Sandrin recupera tutti gli effettivi con il solo Potenza ancora in tribuna a scontare la seconda giornata di squalifica. Formazione che vede Furlan in porta; Caramelli, Giovannini, Male e Ianezic in difesa; Cottiga, Villanovich e Stipancich a metà campo; Carlevaris, Muiesan e Sabadin tridente offensivo.

Prime battute che servono soprattutto a scaldarsi, anche se un tiepido sole aiuta i ventidue in campo a sopportare meglio la temperatura polare. La prima incursione degna di nota è di marca altoatesina al 5°, con Matthias Bacher che si libera bene sulla sinistra e mette in mezzo una palla invitante che difensori e attaccanti lasciano sfilare fuori area. La replica biancoverde sei minuti più tardi quando Carlevaris affonda e crossa al centro, dove Muiesan ad un metro dalla porta svirgola la conclusione, con palla che termina docile tra le braccia di Tochterle: prima occasionissima sciupata dal bomber sanluigino. Con il passare dei minuti il San Luigi prende in mano le redini del match ed al 19° arriva la seconda ghiotta opportunità per il vantaggio, quando Sabadin recupera sfera e mette al centro in area piccola, con Muiesan che incorna a colpo sicuro centrando però Brugger e palla che termina in corner. La gara è piacevole, giocata a buon ritmo e intensa agonisticamente, con i biancoverdi che continuano a mantenere una buona supremazia, trascinati da un Villanovich in gran spolvero. Al 27° Cottiga lancia Muiesan il quale ancora una volta si smarca bene ma controlla male, vanificando l’opportunità di concludere da posizione favorevole. Si rivedono i padroni di casa un minuto dopo con il tiro dal limite di Piffrader che sorvola la traversa. Cambio di fronte dove sono Cottiga e Sabadin a provare la conclusione: la prima murata dalla difesa di casa, la seconda fuori dallo specchio della porta. Ancora insidioso il numero nove biancoverde al 32°, quando in mischia calcia di sinistro con palla deviata in corner da Julian Bacher. Finale di tempo di marca sanluigina con due occasioni: al 45° corner di Cottiga, Male prolunga di testa e Sabadin non ci arriva per un soffio sotto misura; al 47° fuga di Carlevaris e cross basso sul quale si avventa Sabadin, lesto nella girata in porta ma impreciso con palla che lambisce il palo. All’intervallo reti inviolate ma San Luigi che ha di che recriminare per le tante occasioni fallite.

La ripresa si apre con tutt’altra musica in quanto il Sankt Georgen riparte a testa bassa ed al 2° su un rinvio di Cottiga, la palla finisce sul braccio di Caramelli con il direttore di gara che indica senza esitazioni il dischetto. Alla battuta del calcio di rigore va Julian Bacher ma ancora un a volta Furlan si dimostra “pararigori” distendendosi e deviando la conclusione prima del rinvio liberatorio di Male. La prodezza del numero uno sanluigino scatena l’immediata la reazione biancoverde con un rilancio che pesca Muiesan, bravo nell’addomesticare la sfera e nel servire Cottiga, il cui destro esce ad un palmo dall'incrocio dei pali. Il risultato si sblocca al 9° quando con il San Luigi sbilanciato in avanti c’è una veloce ripartenza con palla che arriva sul lato destro dove i difensori sanluigini si "congelano", consentendo a Zivani di trovare lo spiraglio giusto per infilare Furlan. E’ una mazzata per i biancoverdi che tre minuti dopo si fanno nuovamente trovare scoperti, questa volta sulla corsia di sinistra, dove Piffrader si invola ed entrato in area trova un diagonale che sorprende Furlan il quale non riesce ad intercettare la sfera. Mister Sandrin prova a scuotere la squadra con alcuni cambi, inserendo Tentindo per Sabadin prima e Kozmann per Cottiga poco dopo. Ed è proprio Tentindo, entrato molto bene in partita, ad andare alla conclusione al 27° con palla che sorvola la traversa non di molto. Un minuto dopo il gol che riaccende le speranze sanluigine e che porta la firma di Carlevaris, lesto a spizzare sotto misura un cross di Ianezic, deviando la sfera di quel tanto che basta per sorprendere Tochterle. Il San Luigi ci crede e alza notevolmente il proprio baricentro tanto che l’ultimo quarto d’ora si gioca praticamente nella metà campo altoatesina, con i padroni di casa tutti raccolti nei propri sedici metri e che spesso spazzano senza pensarci su due volte. Troppe le palle gettate a centro area dove il muro biancorosso è invalicabile. Entra anche Gridel al posto di Caramelli per un San Luigi a trazione anteriore, ma la difesa dei padroni di casa concede due sole opportunità nel finale. Al 46° spunto di Tentindo che serve Muiesan il quale in buona posizione manca però l’aggancio. Due minuti più tardi è ancora Tentindo a liberarsi bene del proprio marcatore ma la sua conclusione è fiacca ed imprecisa con palla che termina a lato sotto lo sguardo di Tochterle. Finisce 2 a 1 per il Sankt Georgen che ora dovrà vedersela con i veronesi del Blefiorese per accedere ai quarti, ma come detto prima è davvero tanto il rammarico per aver perso una gara senza dubbio abbordabile e ben giocata dalla formazione di mister Sandrin.

SAN LUIGI: Furlan, Caramelli (Gridel 43' st), Ianezic, Male, Villanovich, Giovannini, Stipancich, Cottiga (Kozmann 20' st), Sabadin (Tentindo 14' st), Muiesan, Carlevaris. (Jugovac, Peric, Reder, Cassarà). All. Sandrin.

Ammoniti: Stipancich, Giovannini, Carlevaris.

 

 

Stampa