CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Nell'acquitrino di mANZANO cARLEVARIS EVITA LO SCIVOLONE

CAMPIONATO 2017-2018
CATEGORIA ECCELLENZA
23^ giornata - 8^ ritorno
11 marzo 2018

MANZANESE - SAN LUIGI  2-2 (2-1)

Marcatori: Giovannini (SL) autogol 1', Bergamasco (M) 6', Giovannini (SL) 23' pt; Carlevaris (SL) 36' st.

E' un acuto di Carlevaris ad una decina di minuti dal novantesimo a permettere al San Luigi di ritornare da Manzano con un punto in saccoccia che dopo l'avvio shock sembrava una chimera. Finisce 2 a 2 con i biancoverdi capaci di rimontare il doppio svantaggio su un campo che già pesante prima del fischio di inizio, diventa un'autentica piscina in avvio di ripresa quando la pioggia scende copiosa e scivolate e palloni fermati dalla pozzanghere sono un refrain. Mister Sandrin è costretto a fare i conti con alcune assenze pesanti, Furlan e Muiesan su tutte, applica un moderato turn over e schiera Jugovac numero uno; Potenza, Giovannini, Kozmann e Bertoni in difesa; Reder, Villanovich e Ianezic a centrocampo; Tentindo, Francesco Gridel e Sabadin in attacco.

Partenza da brivido per il San Luigi che dopo nemmeno un giro di lancetta si trova già costretto ad inseguire, quando un velleitario tiro di Sokanovioc incoccia lo stinco di Giovannini e spiazza Jugovac impossibilitato a intervenire per il vantaggio manzanese. L'episodio galvanizza i padroni di casa e pesa come un macigno sulla testa e sulle gambe dei biancoverdi che faticano a riorganizzare una minima reazione, patendo oltre modo la vivacità di Bergamasco sgusciante come un'anguilla al controllo dei difensori sanluigini. Ed è proprio il numero sette orange a siglare il raddoppio al 6°, quando approfitta di un'indecisione di Jugovac e di una marcatura piuttosto blanda per insaccare la palla del 2 a 0 con unb preciso rasoterra. Sotto di due reti per il San Luigi la rimonta sembra una chimera anche perchè le condizioni del terreno di gioco vanno via via peggiorando, penalizzando la tecnica di Villanovich e compagni, oltretutto anche piuttosto leggerini. Tuttavia con il passare dei minuti l'undici di mister Sandrin riprende coraggio e inizia ad affacciarsi con maggior frequenza dalle parti di Menegon, il quale corre il primo rischio al 21°, quando su un cross di Potenza è Francesco Gridel a trovare la deviazione volante di tacco con palla a lato di un metro. Due minuti dopo il San Luigi dimezza lo svantaggio con una perfetta punizione di Giovannini dai venti metri con Menegon che può solo raccogliere la palla in fondo al sacco: 2 a 1. Questa volta sono i padroni di casa ad accusare il colpo, arrentrando il baricentro e iniziando a soffrire la pressione sanluigina, anche se si arriva all'intervallo con zero occasioni da gol e il San Luigi che manifesta solo una supremazia territoriale, poichè Tentindo, Sabadin e Francesco Gridel si muovono molto ma sbattono contro la diga arancione.

Al rientro in campo subito un cambio tra le fila sanluigine con Carlevaris che rileva Tentindo. La ripresa segue lo stesso canovaccio del primo tempo, con la Manzanese che parte a mille e con Bergamasco che fa ammattire i difensori sanluigini. Al 2° va via in velocità a Potenza e arriva a tu per tu con Jugovac che si supera riuscendo a deviare la conclusione a botta sicura in corner. Al 6° entra Male al posto di Francesco Gridel, assestandosi a fianco di Giovannini, con Kozmann a fare il terzino e Bertoni la punta. E' è proprio Bertoni al 15° ad avviare una bella manovra, involandosi sulla sinistra e giunto sulla linea di fondo a tentare di sorprendere Menegon sul primo palo, trovando però l'opposizione dell'estremo difensore manzanese; la palla arriva sui piedi di Ianezic che dall'altezza del dischetto calcia però oltre la traversa sciupando l'occasione per pareggiare. La gara vive un momento di totale confusione a causa della battente pioggia che riduce il campo in un acquitrino, con i giocatori che devono trasformarsi in equlibristi per mantenere l'equilbrio e con la palla che sovente assume traiettorie imprevedibili. Al 28° mischia in area sanluigina e palla che arriva sui piedi di Moretti che vede la sua conclusione alzata sopra la traversa dal riflesso felino di Jugovac. Il San Luigi ormai attacca a pieno organico con una quantità industriale di palloni scagliati nell'area manzanese, poichè costruire trame di gioco palla a terra diventa impresa improba. Al 31° è Stipancich e subentrare ad un esausto Sabadin, per il forcing finale dei biancoverdi. Ed il meritato pareggio arriva così al 36° quando Carlevaris si accende e, saltati in dribbling due avversari, lascia partire un sinistro che fulmina Menegono: 2 a 2 e remuntada completata. Finale con le due squadre che si accontentano della spartizione della posta, ma Manzanese che recrimina poichè al 49°, in pieno recupero, il direttore di gara Muccignato annulla la rete messa a segno da Paolucci su calcio di punizione su segnalazione del suo assistente Cifù, il quale rileva una scorrettezza in area sanluigina.

In classifica il San Luigi sale a 41 punti ma perde il terzo posto ai danni del Torviscosa che di punti ne ha 42. In testa continua il duello tra Chions (54) e Lumignacco (53).

SAN LUIGI: Jugovac, Ianezic, Potenza, Kozmann, Villanovich, Giovannini, Gridel Francesco (Male 6' st), Reder, Sabadin (Stipancich 31' st), Tentindo (Carlevaris 1' st), Bertoni. (Musolino, Cottiga, Cassarà, Gridel Alessandro). All. Sandrin.

Ammoniti: Gridel Francesco, Potenza.

 

 

 

Stampa