CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Il Chions fa festa e il San Luigi “partecipa”

CAMPIONATO 2017-2018
CATEGORIA ECCELLENZA
27^ giornata - 12^ ritorno
22 aprile 2018

CHIONS - SAN LUIGI  4-1 (0-0)

Marcatori: Dimas (C) rig. 7’, Facca (C) 13’, Carlevaris (SL) 15’, Dimas (C) 19’, Facca (C) 24’ st.

Festa doveva essere e festa è stata per il Chions meritatamente promosso in serie D grazie alla vittoria per 4 a 1 sul San Luigi. I biancoverdi pur mantenendo, anche con l’aiuto della buona sorte, il risultato ad occhiali nel primo tempo, nulla hanno potuto nella seconda frazione di gara contro il dilagare dell’attacco gialloblu magistralmente orchestrato dal brasiliano Dimas, giocatore di evidente caratura già protagonista su ben altri palcoscenici. Va comunque detto che la compagine di mister Sandrin ci ha messo molto del suo per agevolare le segnature avversarie, che in tutti i quattro casi hanno visto protagonista negativa una difesa a dir poco inguardabile. San Luigi schierato con Jugovac fra i pali; Caramelli. Giovannini, Male e Potenza in difesa; Cottiga, Villanovich e Stipancich a centrocampo; Carlevaris, Muiesan e Ianezic tridente offensivo.

Primo tempo senza reti nonostante le molte occasioni capitate sui piedi degli attaccanti del Chions, con Zucchiatti, Dimas e Facca che hanno procurato seri problemi alla retroguardia sanluigina, senza però riuscire a mettere la palla alle spalle di Jugovac. Sul fronte opposto solo qualche iniziativa di Muiesan, peraltro poco supportato dalla squadra, che in un paio di occasioni ha sfiorato la segnatura.

Al rientro in campo Reder prende il posto di Cottiga, mentre al 5° è Kozmann a rilevare Caramelli. Non cambia comunque la musica nel secondo tempo, con il Chions che sblocca il risultato al 7° quando, per un fallo di mano di Male peraltro attaccata al corpo, il direttore di gara decreta il calcio di rigore che Dimas trasforma in maniera impeccabile per il vantaggio dei padroni di casa. Mister Sandrin aumenta il potenziale offensivo inserendo Sabadin per Potenza, ma al 13° ci pensa Jugovac ad offrire su un piatto d’argento il raddoppio a Facca cincischiando su un rilancio. Il San Luigi ha una reazione ed al 15° dimezza lo svantaggio con Carlevaris che, imbeccato da Muiesan, controlla e da distanza ravvicinata infila Nardoni. E’ però solo un fuoco di paglia quello biancoverde, poiché al 19° un retropassaggio tentato da Male regala palla a Dimas che non può esimersi di battere in uscita Jugovac per il provvisorio 3 a 1. Il poker dei padroni di casa arriva al 24° quando Dimas sfrutta l’ennesimo errore difensivo e offre a Facca una palla solo da spingere nella porta sguarnita. Esce Carlevaris per Cassarà, mentre pochi istanti dopo è Gridel a subentrare a Male. La gara ormai ha ben poco da dire se non che al  34° c’è un calcio di rigore per il San Luigi, a seguito di una fallo di mano in area del Chions, ma Giovannini si fa ipnotizzare da Nardoni, per il primo errore stagionale dal dischetto del capitano biancoverde, fattore questo che conferma come la giornata per i sanluigini sia decisamente negativa. L’ultimo quarto d’ora scorre senza spunti degni di nota e al fischio finale scatta la grande festa sugli spalti ed in campo, per questa storica promozione per i ragazzi di mister Lenisa e del presidente Bressan.

In classifica il San Luigi conserva la quarta posizione con 47 punti, staccato di sette lunghezze dall’accoppiata formata dal lanciato Torviscosa e da un Lumignacco in fase calante, e di diciannove dalla capolista Chions, mentre si fa sotto pericolosamente il Lignano salito a quota 45.

SAN LUIGI: Jugovac, Caramelli (Kozmann 5’ st), Potenza (Sabadin 12’ st), Male (Gridel 27’ st), Villanovich, Giovannini, Stipancich, Cottiga (Reder 1’ st), Ianezic, Muiesan, Carlevaris (Cassarà 24’ st). (Musolino, Tentindo). All. Sandrin.

 

 

 

 

Stampa