CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Gara da montagne russe: il San Luigi sale, il Cordenons scende

CAMPIONATO 2017-2018
CATEGORIA ECCELLENZA
28^ giornata - 13^ ritorno
25 aprile 2018

SAN LUIGI - CORDENONS  5-3 (1-2)

Marcatori: Caramelli (SL) 17', Zambon (C) 39', Zottino (C) 41' pt; Zambon (C) 2', Muiesan (SL) 7', Caramelli (SL) 13', Muiesan (SL) rig. 19', Sabadin (SL) 50' st.

Classica gara da fine stagione quella tra San Luigi e Cordenons, dove saltano i tatticismi e prevale lo spettacolo come sta a testimoniare il 5 a 3 finale che premia la formazione biancoverde. E' sembrato di stare sulle montagne russe, con il San Luigi che pare volare nelle battute iniziali, precipita sotto i tre gol in rapida successione del Cordenons, per poi chiudere dilagando fino alla manita firmata Sabadin. La partita ha ribadito la vena di bomber di razza di Muiesan, sempre letale sotto porta, e quella di bomber di giornata di Caramelli, anche lui autore di una doppietta ... e che doppietta!! Oltre a loro sugli scudi anche Carlevaris, il cui ingresso ha spaccato il match, e Furlan che ha avuto il merito di neutralizzare il "rigorino" calciato da Petris, in cui è stato si bravo l'estremo difensore biancoverde, ma l'esecuzione del giocatore ospite non certo di quelle da manuale. Mister Sandrin deve fare a meno di Potenza, Stipancich e Cassarà, schierando Furlan tra i pali; Ponis, Male, Kozmann e Caramelli in difesa; Reder, Giovannini e Villanovich a metà campo; Ianezic, Muiesan e il "festeggiato" Tentindo in attacco.

L'avvio è di marca sanluigina, con Muiesan che sin dalle prime battute dimostra di essere in giornata. Al 3° corner di Ponis con palla a centro area, dove Muiesan ruba il tempo ai centrali avversari ma la sua girata si perde a fil di palo. Poco dopo pennellata di Villanovich che pesca il centravanti biancoverde abile ad addomesticare la sfera ed a concludere di prima intenzione: Santin blocca in due tempi. Al 13° altro cross di Villanovich per il colpo di testa da distanza ravvicinata di Muiesan, miracoloso intervento Santin che respinge d'istinto. Il gol sanluigino è nell'aria ed arriva al 17°, quando Reder difende caparbiamente palla sul fondo e la mette al centro tesa, dove Caramelli è lesto ad anticipare l'uscita di Santin e ad insaccare da posizione quasi impossibile. Il Cordenons dopo avere subito per quasi metà tempo esce da guscio ed al 21° sfiora il pareggio, con un gran sinistro dalla distanza di Zottino; nella circostanza Furlan si distende quanto può, ma per sua fortuna la palla fa la barba al palo. Il gran caldo si fa sentire e le due squadre rallentano un po' il ritmo, prima del gran finale di tempo targato Cordenons. Dopo una serie di attacchi infruttuosi, al 39° c'è un cross di Gurgu per Zambon, lesto ad anticipare i difensori sanluigini, apparsi nella circostanza piuttosto statici, ed a depositare alle spalle di Furlan il pallone dell' 1 a 1. Passano solamente cento secondi e la compagine ospite raddoppia al termine di un'insistita azione sulla destra di Dei Negri, il quale offre l'assist a Zottino che, tra un nugolo di avversari, trova lo spiraglio giusto per infilare Furlan, apparso sorpreso dalla conclusione sporca del numero sette amaranto. Si va così a riposo con il Cordenons avanti per 2 a 1.

Per mister Sandrin qualcosa da rivedere e così al rientro in campo sono ben tre i cambi tra le fila sanluigine: Giovannini, Male e Tentindo restano sotto la doccia, sostituiti da Cottiga, Sabadin e Carlevaris, per uno schieramento totalmente rivoluzionato che vede davanti a Furlan il quartetto composto da Ponis, Kozmann, Caramelli e Ianezic; a centrocampo Reder, Cottiga e Villanovich; Carlevaris trequartista dietro alle due punte Muiesan e Sabadin. Neanche il tempo di assestarsi che al 2° il Cordenons allunga ancora, quando Ianezic tenta un improbabile retropassaggio di testa per Furlan, con Zambon che capisce tutto e si avventa sulla sfera mettendo a segno la rete del 3 a 1. Il San Luigi sembra "in picchiata", ma è qui che i biancoverdi dimostrano carattere e rientrano subito in partita. Al 7° veloce scambio al limite tra Sabadin e Villanovich, con il sinistro di quest'ultimo che sfiora l'incrocio dei pali a Santin ormai battuto. Due minuti dopo pallonetto di Cottiga che il numero uno ospite toglie dall'incrocio dei pali con la punta delle dita; dal corner susseguente arriva il colpo di testa vincente di Muiesan che vale il 2 a 3. Al 13° la remuntada sanluigina si concretizza con la rete di Caramelli, il quale in acrobazia spinge in rete una palla che colpita di testa da Muiesan sul secondo palo pareva comunque già destinata in fondo al sacco. Cinque minuti dopo Reder lascia il posto all'esordiente Miccoli, centrocampista classe 2001. Al 19° si accende Carlevaris che, ricevuta palla al limite, sguscia via a Guobadia che lo tocca da tergo al momento della battuta a rete: rigore solare che il difensore ospite contesta piuttosto vibratamente al direttore di gara, beccandosi il cartellino rosso che ne anticipa la doccia. Dal dischetto Muiesan angola bene il tiro nonostante Santin intuisca la traiettoria per il vantaggio sanluigino: 4 a 3. Il Cordenons non ci sta e malgrado l'inferiorità numerica attacca a testa bassa, esponendosi però alle veloci ripartenze dei biancoverdi. Al 23° galoppata di Sabadin che appoggia a Muiesan, il quale dal limite cerca troppo la potenza a discapito della precisione, con palla che finisce sopra la traversa. Il San Luigi soffre non poco dietro la mobilità delle punte ospiti, ed al 27° Kozmann si fa sfuggire Petris, finendo per strattonarlo in piena area. Altro rigore per cui non serve di certo la Var; Gurgu si presenta sul dischetto calciando centrale, con Furlan bravo a restare immobile sino alla esecuzione del tiro e quindi a respingere il pallone del possibile 4 a 4. Il finale nonostante le offensive del Cordenons è di marca sanluigina. Al 39° Muiesan si libera al limite però il suo destro finisce per lambire il palo, mentre al 90° Carlevaris si esibisce in una splendida azione personale ma conclude alzando troppo la mira. Clamorosa la palla gol fallita dal Cordenons al 49° quando la difesa sanluigina si fa cogliere scoperta con Gurgu che serve a Scian il pallone del pareggio, ma la conclusione dell'attaccante ospite finisce docile tra le braccia di Furlan. Sul rovesciamento di fronte Sabadin mette la parola "fine" al match con il gol del definitivo 5 a 3.

In classifica il San Luigi con 50 punti è quarto, alle spalle di Torviscosa (55), Lumignacco (57) e Chions (69).

SAN LUIGI: Furlan, Kozmann, Caramelli, Male (Sabadin 1’ st), Villanovich, Giovannini (Cottiga 1' st), Ponis, Reder (Miccoli 18’ st), Ianezic, Muiesan, Tentindo (Carlevaris 1’ st). (Jugovac, Rizzotto, Gridel). All. Sandrin.

Ammoniti: Kozmann, Caramelli.

 

 

 

 

Stampa