CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Pronostico rispettato: alla Juventus il torneo Città di San Giusto - San Luigi sesto

A cura di Valter Gridel

XXVII TORNEO INTERNAZIONALE "CITTA' DI SAN GIUSTO"

È di nuovo la lotteria dei rigori a decretare la vincente della XXVII edizione del torneo Internazionale "Città di San Giusto", con la Juventus che succede al Koper nell'albo d'oro. I bianconeri si dimostrano più precisi dagli undici metri rispetto ai serbi del Rad Beograd, arrivati a sorpresa in finale dopo la grande vittoria nell'ultima gara di qualificazione sull'Udinese. Al terzo posto proprio le zebrette friulane a cui questa volta riesce la rimonta sugli austriaci dello Sturm Graz, crollati nella ripresa. Quinto posto per il Pordenone che batte il San Luigi con un contestato gol di Camerin. Nel derby sloveno vittoria del Gorica dopo una lunga rincorsa al Koper.

Finale 7°-8° posto: Gorica - Koper 3-2 (0-1)
Marcatori: Silajdic (K) 18' pt; Terzijev (G) 2', Macak (K) 9', Terzijev (G) 15', Vizintin (G) 18' st.

Va al Gorica la finale per il settimo posto, con la formazione di mister Wikler che si impone in rimonta per 3 a 2. Inizio gara con il Koper più propositivo e vicino al gol in due circostanze. Al 18' Koper in vantaggio con un gran gol di Silajdic su calcio di punizione dal limite. Il Gorica perviene al pareggio al 2' della ripresa grazie ad un colpo di testa sotto misura di Terzijev. Al 9' il Koper ritorna in vantaggio con un diagonale di Macak. Il Gorica non ci sta e pareggia al quarto d'ora con un colpo di testa di Terzijev, su calcio di punizione battuto da Vendramin. I biancazzurri ribaltano il risultato al 18' per merito di Viizntin, il cui tiro dalla distanza si insacca sotto la traversa.

GORICA: Mutavcic, Furlani, Vitez, Vadjunec, Terzijev, Forcesim, Vuga, Vendramin, Kukaj, Mozetic, Vizintin, Forcesim. All. Wikler.

KOPER: Sculja, Sosic, Posavec, Jakupovic, Bonaca, Siladijc, Shehu, Nadal, Macak, Babic, Bubnic, Bozic, Kozlovic, Bobic, Gashi. All. Klarica.

Finale 5°- 6° posto: San Luigi - Pordenone 0-1 (0-0)
Marcatore: Camerin 5' st.

Quinto posto per il Pordenone che supera di misura il San Luigi. Avvio di gara equilibrato con poche emozioni se si esclude un calcio di punizione di Falleti che va vicino all'incrocio dei pali. Al 19' grande azione di Ivcevic che salta tre avversari, si accentra e calcia a botta sicura, ma Saccon è prodigioso nel ribattere con i piedi. In avvio di ripresa al 3' palla gol per Stoini che sugli sviluppi di un calcio di punizione colpisce di testa con palla che esce a fil di palo. Al 5' il Pordenone passa inaspettatamente in vantaggio grazie ad una rete di Camerin, viziata da un evidente fallo a centrocampo su Gustin non sanzionato dal direttore di gara. Il San Luigi attacca a pieno organico ma il pareggio non arriva nonostante alcune buone opportunità.

SAN LUIGI: Lombardi, Privitera, Zanier, Falleti, Stoini, Barbato, Ferreira Delgado, Savron, Ivcevic, Gustin, Osman Ahmed, Gregori, Cassarà, Trevisan, Roccella. All. Maranzana.

PORDENONE: Saccon, Picco, De Marco, Sperotto, Maset, Camerin, Tedino, Fantin, Doriatiotto, Music, Plai, Miotto, Parolari, Foschiani, Sist, Zanello. All. Cicuto.

Sturm Graz - Udinese 2-3 (2-0)
Marcatori: Klamer (SG) 10', Schwginzer (SG) 13' pt; Campana (U) 8', 14' e rig, 15' st.

Con un gran secondo tempo e trascinata da Campana, l'Udinese batte per 3 a 2 lo Sturm Graz e si piazza al terzo posto. Gara equilibrata nelle battute iniziali, ma con il trascorrere dei minuti esce lo Sturm Graz che al 10' passa in vantaggio con Klamer, lesto a ribadire in rete una corta respinta di Giordano su sinistro dal limite di Pegam. Al 13' raddoppio della formazione austriaca con un preciso calcio di punizione dal limite di Schwginzer. La ripresa si apre con l'occasione per l'Udinese di dimezzare lo svantaggio, ma la punizione di Campana si stampa sul palo. Lo stesso numero otto bianconero è lesto all' 8' ad infilare El Sherif in mischia per il gol dell' 1 a 2. Ancora Campana sugli scudi al 14' quando insacca la rete del pareggio, con un colpo di testa sul secondo palo. Passa un minuto e i friulani beneficiano di un calcio di rigore che ancora Campana trasforma, nonostante El Sherif intuisca, per la remuntada udinese: per il numero otto udinese la tripletta vale il titolo di capocannoniere del torneo. Al 21' Udinese vicina al quarto gol, ma il pallonetto di Pafundi si spegne sulla traversa.

STURM GRAZ: El Sherif, Omata, Palic, Lieber, Wels, Karner, Schwginzer, Klamer, Bignetti, Pegam, Hartmann, Bah, Tacaks, Walchhutter, Noorzai, Amreich, Ruckhofer, Djerdji. All. Sahli.

UDINESE: Groaz, Tsarchosi, Lunazzi, Rossetto, Berthe, Dervisevic, Bassi, Campana, Pafundi, Iacobucci, Giordano, Zanardo, Clarini. All. Pontoni.

Finale 1°-2° posto: Juventus - Rad Beograd 5-4 dcr (0-0)
Rigori: Radovanovic (R) parato, Costanza (J) gol, Corovic (R) gol, Rossi (J) gol, Durdevic (R) gol, Blesio (J) parato, Nikcevic (J) gol, Hasa (J) gol, Komazec (R) gol, Ledonne (J) gol, Kuzmanovic (R) fuori, Costanza (J) gol.

Sono stati necessari i calci di rigore per decretare la squadra vincitrice del torneo Città di San Giusto che ha premiato la Juventus, squadra senza dubbio meritevole del successo finale. L'avvio di gara vede la supremazia territoriale della Juventus, con il Rad che si difende con ordine, soffrendo però le iniziative di Hasa, premiato quale miglior giocatore del torneo, sulla corsia di destra. Bravo Rakonic in un paio di circostanze su Gambato e Spinella. La partita si fa quindi equilibrata ma senza grosse emozioni, con la Juventus più propositiva e i serbi che provano a pungere di rimessa. Il secondo tempo è di netto predominio juventino, anche se la diga serba regge bene l'urto e si va così ai calci di rigore. La lotteria dei penalty premia la Juventus che si impone per 5 a 4 con Ventre che mette segno il rigore decisivo dopo l'errore di Kuzmanovic.

JUVENTUS: Daffara, Piras, Blesio, Dellavalle, Pellitteri, Antolini, Hasa, Costanza, Spinella, Ledonne, Gambato, Ratti, Rossi, Ciampolillo, Ventre, Ghirardelli, Bellocco. All. Panzanaro.

RAD BEOGRAD: Rakonic, Corovic, Rupar Sergej, Kuzmanovic, Vulovic, Durdevic, Crnobrnja, Rvovic, Radovanovic, Petrovic, Vujovic, Krstic, Susic, Lazic, Nikcevic, Komazec, Velickovic, Durdevic, Rupar Andrej. All. Markic.

Premi personali:
Miglior giocatore: Hasa Luis (Juventus)
Capocannoniere con 4 gol: Campana Leonardo (Udinese)

 

 

 

 

 

 

 

Stampa