CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Crese Junior Cup: Sulle finali il ciclone Pordenone - per i neroverdi è il terzo successo

A cura di Valter Gridel

 

Va al Pordenone la IV Crese Junior Cup, con i neroverdi che iscrivono il loro nome nell'albo d'oro per la terza volta su quattro edizioni. La formazione di mister Battel è un autentico ciclone che spazza via la "resistenza"  di Fiumicello e Aquileia con due sonanti vittorie, rispettivamente per 8 a 0 e 7 a 1, risultati che testimoniano la netta supremazia dei pordenonesi. Al secondo posto si piazza il Fiumiicello che batte in rimonta per 3 a 2 l'Aquileia, dopo una bella gara combattuta, equilibrata e ricca di emozioni nel finale.

PORDENONE - FIUMICELLO 2004  8-0

Marcatori: Cesca 4', 6' e 9' pt; Bianco 3' e 6', Passatempo 10' st; Dal Vi 6', Taiariol 10' tt.

Partenza forza 8 per il Pordenone nelle finali della IV Crese Junior Cup. I ragazzi di mister Battel travolgono il Fiumicello per 8 a 0, al termine di un match a senso unico. Protagonista del primo tempo Cesca, autore di tre reti nello spazio di cinque minuti e che fanno prendere il volo ai neroverdi. Al 4° la prima marcatura ottenuta dopo un'azione personale conclusa con un tiro angolato che non dà scampo a Topini. Passano due giri di lancetta ed arriva il raddoppio quando Cesca è lesto nel ribadire a rete da due passi una corta respinta in tuffo di Topini sulla velenosa conclusione di De Zan. Al 9° il terzo gol del bomber pordenonese, il quale va a bersaglio con un diagonale a filo d'erba su cui Topini non ci può arrivare. Nel secondo tempo il copione non muta con il Pordenone che stringe d'assedio l'area gialloverde ed è Bianco a calare il poker al 3° con un rasoterra angolato. Al 6° pregevole assist di Rossetti Longo per Bianco che insacca con un tiro che si spegne sotto la traversa. Da applausi il sesto gol neroverde siglato da Passatempo con un potente destro dal limite di chirurgica precisione. La terza frazione è una fotocopia dei precedenti venti minuti con il Pordenone che attacca e il Fiumicello che si difende cercando di pungere con quale contropiede. Al 6° bella azione in velocità avviata da Rovedo e conclusa dal sinistro imparabile di Dal Vi. La rete del definitivo 8 a 0 arriva allo scadere e la firma Taiariol con un tiro a mezz'altezza che trafigge l'incolpevole Topini.

FIUMICELLO 2004 - AQUILEIA  3-2

Marcatori: Pontel (A) 5' st; Napoletano (A) 3', Bertogna (F) 4', Ferrara (F) 6', Bertogna (F) 7' tt.

Con una remuntada sorprendente per come si era messo il match, il Fiumicello batte per 3 a 2 l'Aquileia. Gara dai due volti, tanto noiosa e priva di emozioni nella prima metà, quanto vivace, avvincente ed emozionante nei restanti quindici minuti. Primo tempo davvero avaro di spunti di cronaca, con le due squadre che si annullano a vicenda e con i due portieri Topini e Fornasin a far da spettatori. Anche l'avvio del secondo tempo ricalca lo stesso copione, ovvero tanto equilibrio ma tiri pochi e spesso imprecisi. A dare la scossa ci pensa Pontel al 5°, il quale finalizza un veloce contropiede portando in vantaggio l'Aquileia. La formazione di mister Varacchi si galvanizza, mentre il Fiumicello accusa il colpo e fatica ad organizzare una reazione degna di tal nome. Il terzo tempo diventa un concentrato di emozioni quasi imprevedibili. Al 3° bella combinazione del fronte offensivo aquilese con cross dalla sinistra di Polvar, sponda di Segatto e piattone vincente sotto misura di Napoletano per il 2 a 0 per l'Aquileia che sembra chiudere il match. A tenerlo vivo pochi secondi dopo arriva la rete di Bertogna che dimezza lo svantaggio per la formazione di mister Leban, con un rasoterra imparabile per Fornasin. Questa volta è l'Aquileia a perdere sicurezza mentre il Fiumicello prende coraggio e pareggia al 6°, quando Assenza lancia Segatto il cui cross al centro pesca tutto solo Ferrara, abile nel controllo e rapido nell'esecuzione ma altrettanto bravo e Fornasin che ribatte la conclusione ravvicinata dell'attaccante gialloverde, lesto poi a riprendere la sfera e ad insaccare a porta vuota per il gol del 2 a 2. Sulle ali dell'entusiasmo un minuto dopo il Fiumicello ribalta il risultato, grazie alla rete di Bertogna che da posizione defilata riesce a trovare lo spiraglio per mettere la palla alle spalle di un sorpreso Fornasin: 3 a 2 e remuntada conclusa. Battute finali con l'Aquileia proteso all'attacco alla ricerca del pareggio ma la difesa fiumicellese regge bene sino al triplice fischio di chiusura.

PORDENONE - AQUILEIA  7-1

Marcatori: Passatempo (P) 10' pt; Taiariol (P) 3', Cesca (P) 6', Luca (P) 8', Pontel (A) 10' st; Cesca (P) 5', Shpuza (P) 9', Ifefo (P) 10' tt.

Dura solamente un tempo la resistenza dell'Aquileia all'assalto del Pordenone, che dopo la rete all'ultimo respiro della prima frazione messa a segno da Passatempo, dilaga chiudendo il confronto con un rotondo 7 a 1, risultato che vale alla formazione di mister Battel la conquista della IV Crese Junior Cup. Sin dalle battute iniziali i neroverdi si riversano nella metà campo avversaria, ma fatta eccezione per il palo colpito da Passatempo al 2° la difesa aquilese corre qualche rischio ma non ci sono grosse opportunità da gol. A spezzare l'equilibrio il gol di Passatempo che sfrutta una clamorosa indecisione della difesa biancazzurra e insacca da due passi. Sbloccato il risultato per il Pordenone la gara si mette in discesa e già al 3° del secondo tempo arriva il raddoppio siglato da Taiariol. Al 6° è Cesca a battere Fornasin con un preciso rasoterra dal dischetto del rigore. Il poker pordenonese arriva all' 8° ed è frutto di uno splendido scambio in velocità tra Rovedo e Luca, con quest'ultimo che insacca con un gran sinistro sotto la traversa. Allo scadere l'Aquileia accorcia le distanze grazie a Pontel, il cui rasoterra termina la sua corsa nell'angolo opposto: 4 a 1 al termine del secondo tempo. La terza frazione è ancora di marca neroverde. Al 5° Cesca realizza un gol da bomber di razza, controllando palla al limite, dribblando secco il proprio marcatore ed infilando Fornasin con un preciso tiro a mezz'altezza. Nel finale altri due gol che vanno ad incrementare il bottino neroverde. Al 9° prodezza balistica di Shpuza che avanza palla al piede e giunto al limite lascia partire un potente destro che si insacca sotto la traversa. La rete del definitivo 7 a 1 la sigla allo scadere Ifefo con un preciso diagonale.

 

AQUILEIA: Fornasir, Dovier, Mancuso, Segatto, Girarardi, Pontel, Napoletano, Da Pace, Polvar. All. Varacchi.

FIUMICELLO 2004: Topini, Movio, Feresin, Assenza, Malusà, Cosani, Bertogna, Sellan, Devescovi, Ferrara, Scridel. All. Leban.

PORDENONE: Marcon, Shpuza, Dal Vi, Passatempo, Scarpato, Ifefo, Taiariol, De Zan, Rossetti Longo, Rovedo, Cesca, Sforza, Luca, Bianco. All. Battel.

 

CLASSIFICA FINALE: 1. Pordenone; 2. Fiumicello 2004; 3. Aquileia; 4. Petrovija; 5. San Luigi; 6. Tabor Sezana.

 

Stampa